Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Come lo sport abbatte le discriminazioni

Giovedì 2 marzo presso l’istituto Telese si è tenuto il secondo incontro, dei quattro previsti, organizzato dall’associazione Epoiritorniamo, nata pochi mesi fa per volontà di giovani ischitani impegnati fuori dall’isola per studio, e mirata alla promozione sociale e all’inclusione.

Un evento, questo di giovedì, che fa parte di un progetto finanziato dal bando europeo Solidarity Corps, e dedicato interamente allo sport, inteso come tappa fondamentale nella vita dei giovani.

“Inclusione e abbattimento delle discriminazioni attraverso lo sport” così si può riassumere il tema principale trattato con gli allievi dell’istituto Telese e di altri istituti isolani invitati.

Una sala gremita di giovani che hanno potuto interagire in modo armonioso con varie realtà sportive presenti sul territorio che hanno aderito all’iniziativa dell’associazione Epoiritorniamo.

Presente la Cestistica Ischia, con la prima squadra di basking isolana, una delle poche presenti nel sud Italia. In sala i giovani giocatori emozionatissimi: 26 atleti, 14 dei quali con disabilità, accompagnati da Anita Agnese e dal suo team.

E poi l’atleta paraolimpico Gianni Sasso, conosciuto e amato da tanti, un uomo che ha saputo superare i suoi limiti e la sua disabilità proprio con lo sport facendone la sua forza e che con la sua testimonianza ha lanciato ai ragazzi un messaggio di determinazione e fiducia nell’ abbattimento dei limiti di ciascuno, con la consapevolezza che ognuno può creare qualcosa di grandioso proprio partendo da ciò che possiede.

E infine l’Ischia calcio femminile con il capitano Benedetta Cennamo, ragazza vulcanica, che ha raccontato con entusiasmo disarmante la sua personale esperienza in campo, fin da piccola. Una battaglia fatta contro le discriminazioni che la vedono donna impegnata in uno sport visto esclusivamente al maschile ieri come oggi, ma che, grazie anche al sostegno della famiglia fin da piccola e che ha creduto in lei, sta portando, a lei, alla sua squadra, e alle tante compagne di gioco, grandi soddisfazioni.

Dopo il primo momento di confronto e dibattito la mattina è proseguita nella palestra dell’istituto con un momento di gioco grazie all’Ischia basking e ai suoi speciali ragazzi che hanno emozionato tutti i presenti.

di Annalisa Leo

Condividi su:

Facebook
WhatsApp
Email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

su Kaire

Articoli correlati

Abitare questo luogo santo

Omelia del Vescovo Carlo in occasione della Celebrazione Eucaristica per i festeggiamenti in onore di Santa Restituta V. e M. – 17 maggio, presso la Basilica Santuario in Lacco Ameno

Veglia Diocesana di Pentecoste

In occasione della Veglia per la Pentecoste il Vescovo Carlo, ispirato dalle parole di Papa Francesco, ci ha offerto un interessante percorso attraverso il significato dei sette doni dello Spirito