Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Dono vero d’amore

25° anniversario di Don Pasquale Trani a Fiaiano

A Fiaiano, dopo la veglia eucaristica di giovedì scorso, sono continuati i festeggiamenti per il 25° anniversario di sacerdozio di Don Pasquale Trani, amministratore parrocchiale della chiesa di Maria SS Madre della Chiesa.

Sabato 7 agosto un’assemblea in festa si è riunita alle 20:00 per la Santa Messa a cui ha partecipato, a sorpresa, il novello diacono Salvatore Monte, che a giugno ha detto “il suo coraggioso Sì a Dio” nella grande famiglia di Nuovi Orizzonti.

Un carisma gioioso e di condivisione quello del giovane Salvatore, che ha saputo delineare i passi che lo hanno portato al sacerdozio, e raccontare con commozione il legame speciale che lo vede particolarmente vicino in questi giorni ai due sacerdoti, don Pasquale e don Carlo, che festeggiano i venticinque anni di sacerdozio.

E proprio don Sasi, fratello di don Emmanuel Monte, – anch’egli presente nella parrocchia fiaianese in festa -, ha spiegato quanto il fidarsi di Dio può cambiare la nostra esistenza, proprio come è accaduto a lui, dando vita ad una bellissima storia d’amore che ogni giorno porta i suoi frutti. E con amore don Pasquale ha continuato il suo cammino di fede, in questi 25 anni, con l’umiltà e l’immensa umanità che lo contraddistinguono da sempre, rendendosi dono vero per chiunque ha incrociato la sua strada.

Don Salvatore ha ricordato infine quanto per lui, un bambino di appena otto anni all’epoca, sia stato decisivo l’aver assistito in prima persona all’ordinazione sacerdotale di don Pasquale e don Carlo dell’8 agosto 1996, dove era presente con la sua famiglia nel piazzale di San Domenico ad Ischia. E’ stato lì, per la prima volta, ha dichiarato emozionato don Sasi, che ha avvertito l’amore e la grazia di Dio, un ricordo, per lui, indelebile e che probabilmente lo ha accompagnato fino a scegliere, oggi, la vita sacerdotale.

Alla fine della Messa un momento di festa e condivisione gioiosa con tutta la comunità, alla presenza della mamma di don Pasquale, di parenti e amici, che hanno voluto augurare all’amministratore della parrocchia ancora tanto cammino, sempre con gli occhi rivolti al Cielo,

Questa la testimonianza di Viviana Conte, della parrocchia di Maria SS Madre della Chiesa.

“Dopo 25 anni ci troviamo ad essere di nuovo immersi in pieno in una santità, con grande emozione, per due sacerdoti che con amore e perseveranza hanno in tutti questi anni cucito rapporti con le nostre comunità. E Fiaiano, dopo tante delusioni e dispiaceri, ha accolto con cuore aperto il caro don Pasquale che, senza alcuna incertezza, ha accettato di farci da guida con determinazione ma anche con tanta umanità, ascoltando tutti con amore. È stato quindi con gratitudine che noi fiaianesi abbiamo cercato di farlo sentire accolto e amato con una festa a lui dedicata. La Messa è stata un momento importante di Grazia per tutti. Presenti sull’altare, oltre a don Pasquale, il caro padre Roman, don Salvatore, da giugno consacrato diacono, che ci ha raccontato il suo ricordo dell’ordinazione dei due sacerdoti nel 1996, vissuta in prima persona da lui stesso bimbo di otto anni appena, e don Emmanuel Monte, ex parroco di Fiaiano. Una Messa incantevole dove si è percepita un’aria serena, accompagnati dalle dolci note di un coro speciale per l’occasione.

Al termine della celebrazione attimi di festa e gioia, in compagnia di amici e parenti di Don Pasquale, padre instancabile per ognuno di noi e a cui va quotidianamente il nostro grazie per tutto ciò che di bello è per noi.

I bambini, con cui lui ha stretto da subito un rapporto stupendo, hanno voluto partecipare con balletti, canzoni e scenette divertenti. La serata si è conclusa con un pieno di pace e di serenità per tutti coloro che hanno partecipato, organizzato e voluto con forza questo momento di gioia e gratitudine.

Mi sento di dire anche io il mio grazie speciale ad un sacerdote che, pur con mille impegni, e già parroco di San Sebastiano a Barano, ha coraggiosamente e incondizionatamente detto il suo Si a Dio, tessendo maglie di amore e fratellanza anche a Fiaiano.”

Di Annalisa Leo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*