Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Parrocchinfesta – Parrocchia S. Maria la Porta a Piedimonte

La mia anima canta la grandezza del Signore…

In preparazione della solennità di Maria SS. Assunta in Cielo, domenica 15 agosto, la parrocchia di Santa Maria la Porta nella frazione di Piedimonte a Barano ha iniziato i suoi festeggiamenti domenica 8 agosto con una messa in suffragio dei defunti nel piazzale del Cimitero baranese, celebrata dal parroco Don Luigi Trani, in nome dell’amore reciproco che unisce Cielo e terra.

I festeggiamenti sono poi continuati mercoledì 11, con l’appuntamento sul Monte Stavia, a Buttavento, per la consueta celebrazione della Santa Messa ai piedi della Madonnina presente sulla cima. Così alle 6:45, in una calda mattinata estiva e con l’alba alle porte, in uno scenario incantato, anziani, giovani e bambini della parrocchia hanno vissuto un momento di grazia, immersi nella natura ancora incontaminata e suggestiva.

La sera di mercoledì alle 21:00, presso il cortile della scuola elementare di Piedimonte, si è tenuto un interessante incontro dal titolo “Ponti Culturali… le isole Ischia e Procida si raccontano” con la presentazione del libro “Graziella” a cura di Pasquale Lubrano Lavadera, autore procidano. Una serata all’insegna della cultura, tanto desiderata da don Luigi che, emozionato, ha accolto il professore, alla presenza di tanti parrocchiani e sempre nell’osservanza delle norme anticovid.

Giovedì 12 un ospite molto gradito ha celebrato la Santa Messa delle 19:30 sempre nel cortile delle scuole elementari per permettere la presenza di più fedeli: don Carlo Candido, invitato dal comitato organizzativo della parrocchia per portare la sua testimonianza di fede, proprio nell’anniversario dei 25 anni dalla sua ordinazione sacerdotale con il suo entusiasmo ha saputo emozionare i presenti. Al termine della celebrazione, si è vissuto un altro momento di grazia speciale con l’Adorazione Eucaristica e le Confessioni, spostandosi questa volta nella Chiesa.

I festeggiamenti sono proseguiti, il giorno seguente, con il tanto atteso arrivo in parrocchia del Vescovo mons. Gennaro Pascarella, che ha dapprima visitato la chiesa da pochi anni restaurata nella piazza di Piedimonte accompagnato dal parroco, poi ha presieduto la Santa Messa nel cortile antistante le scuole, alla presenza delle autorità del posto e di un gran numero di fedeli, il tutto accompagnato dalla musica del coro della parrocchia.

Così la moderatrice del CPP, Antonella Palamaro, e il segretario Giuseppe Galano hanno salutato il nuovo Vescovo:

“Carissimo Padre Gennaro, benvenuto nella comunità parrocchiale di S. Maria la Porta a Piedimonte!

È con grande emozione e sincera gratitudine che accogliamo il nuovo vescovo di Ischia qui tra noi e nella fede vogliamo accogliere in te Gesù stesso!

Era l’8 dicembre 2020, quando alla presenza ed in piena comunione con il Vescovo Pietro, abbiamo celebrato la Santa Messa a 100 anni dall’Istituzione della Parrocchia di Santa Maria La Porta.

Il 19 dicembre 2020, lo stesso Vescovo Pietro comunicava alla Chiesa di Ischia l’inizio della causa di beatificazione e canonizzazione del Servo di Dio, don Ciro Scotti, figlio di questa terra il quale ci ha testimoniato Dio-Amore fino a dare la vita: una Grazia e un dono per Piedimonte e per l’intera isola d’Ischia.

Certi che tutto ciò che è fatto per amore rimarrà, è con affetto e gratitudine che guardiamo alle sorelle, ai fratelli e ai sacerdoti, che durante questi 100 anni hanno lavorato ed edificato la nostra comunità.

Il modello di vita che guida la nostra comunità è Maria che qui veneriamo come “Porta del Cielo”. Seguendo la sua via, proviamo nella vita di tutti i giorni di esserne sua imitazione. Guardando Lei con in braccio Gesù, vogliamo far nostro l’invito di Papa Francesco di essere sempre più una Chiesa “In uscita”: Maria che insieme a Gesù va incontro all’umanità. È l’istantanea di un atto che ognuno di noi compie quotidianamente, ma che può essere speciale se, come Maria, siamo portatori della Luce: Gesù!

Maria, porta aperta che collega Cielo e Terra, ci invita ad aprire la porta del nostro cuore per cogliere i bisogni dei nostri fratelli che si trovano nelle periferie più buie.

Carissimo Padre Gennaro, rinnoviamo ancora il nostro benvenuto facendo nostra la domanda del salmista: Dove mi presenterò a Dio, o mio Signore, per celebrarlo? E risponde: Ti celebrerò nell’adunanza dei miei fratelli e canterò a te nel mezzo della riunione dei santi (cfr. Sal 21, 23).”

Il 14 agosto alle 19.30 presso il parcheggio della famiglia Agnese si è vissuto un momento di gioia con la messa dedicata ai tanti bambini della parrocchia e a seguire un “gelato sotto le stelle” per festeggiare la vigilia della Solennità di Maria SS Assunta in Cielo.

I tanti giorni di celebrazioni e incontri hanno avuto termine il 15 agosto con le Messe Solenni celebrate durante tutta la giornata, in onore della SS Assunta e con il “Saluto in…canto alla Madonna”. Si è così potuto respirare, anche se con l’impegno al rispetto delle regole anticovid imposte dal momento storico in cui viviamo, un attimo di serenità. Ritorno alle tradizioni, incontri culturali, momenti gioiosi per i più piccoli, e tanta speranza che al più presto tutto possa ritornare finalmente alla normalità.

di Annalisa Leo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*