Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

“A Gesù si va e si ritorna, sempre per Maria”.

Parrocchia S. Maria delle Grazie in S. Pietro

Con la festa di “Maria Madre del Buon Consiglio”, si apre per la comunità di S. Pietro il Mese Mariano, un mese interamente dedicato alla nostra Mamma Celeste che è sempre per noi guida, rifugio e porto sicuro.

La parrocchia S. Maria delle Grazie ha scelto di ringraziare Maria con un pellegrinaggio che ha visto come meta principale il Santuario di Pompei dedicato alla Regina del Rosario, un luogo ricco di fede e di fervente devozione per tutti coloro che affidano nelle mani della Madonna tutta la loro esistenza: Maria ancora una volta, con la preghiera che lei stessa ci ha consegnato, è “catena dolce che ci rannoda a Dio”. Seconda tappa del pellegrinaggio è stata la località di Castellammare di Stabia, dove oltre a visitare la Cattedrale del Santo Patrono S. Catello con la tomba di Mons. D’Arco, la comunità ha vissuto un momento di Grazia con le sorelle “adoratrici perpetue” un ordine di consacrate che hanno scelto di vivere la loro vocazione nell’adorazione del Santissimo Sacramento, Lui, Gesù, unico vero cibo di salvezza e unica luce che si fa vivo e vero nel silenzio e nella preghiera

Il 4 maggio la parrocchia è stata felice di festeggiare il primo compleanno del neo parroco Don Gioacchino Castaldi: il centro parrocchiale si è fatto palcoscenico di un momento di gioia e di fraternità, condiviso con estrema felicità anche con i fratelli della parrocchia S. Maria delle Grazie di Lacco Ameno, ex parrocchia appunto del nostro parroco Don Gioacchino.

Il mese Mariano prosegue senza sosta, tutte le sere la comunità si affida a Maria Madre dolcissima con canti e preghiere; ogni lunedì si vivono momenti di profonda commozione con i cenacoli di preghiera tenuti nelle case dei nostri ammalati, un momento di preghiera che ha come principale scopo quello di confortare e consolare chi vive nella sofferenza fisica e spirituale. I nostri ammalati sono al centro delle nostre preghiere; in particolare lo sono stati lunedì 13 maggio, giorno in cui si onora la “Madonna di Fatima”: ancora una volta con l’intento di affidare alle braccia amorevoli della nostra Mamma amorevolissima i più sofferenti. Maria prega per noi e sempre è nostra avvocata presso il figlio suo, nostro Salvatore. In questo giorno è stato amministrato il Sacramento dell’unzione degli infermi, balsamo per il corpo e per lo spirito, speranza di chi soffre, aiuto di chi in Lui spera.

La parrocchia S. Maria delle Grazie, insieme alla parrocchia S. Maria di Portosalvo, ha reso omaggio alla nostra patrona S. Restituta con un simbolico pellegrinaggio presso il Santuario dedicato appunto alla Santa Vergine e Martire a Lacco Ameno: un momento di condivisione e festa soprattutto per i bimbi che il 12 maggio si sono accostati per la prima volta alla SS. Eucarestia.

Questo e molto altro ancora in programma per il mese di maggio, sempre con lo sguardo fisso su Cristo Gesù, sempre sotto il manto di Maria.

Condividi su:

Facebook
WhatsApp
Email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

su Kaire

Articoli correlati

Fedeli alla Parola di Dio

Omelia del Vescovo Carlo nella celebrazione eucaristica del 15 giugno, per i festeggiamenti del santo patrono, con il conferimento del sacramento della Cresima, presso la Basilica di san Vito Martire

Gesto di amore e gratitudine aperto al mondo

Cos’è l’Obolo di San Pietro Per comprendere bene che cosa sia l’Obolo di San Pietro e che cosa significhi l’espressione “Carità del Papa”, bisogna andare oltre la visione ristretta che

Voci da Ain Arik (Cisgiordania)

“Ecco come si vive sotto occupazione militare” Da Ain Arik, villaggio della Cisgiordania, arrivano le voci della piccola comunità cristiana. La guerra a Gaza fa sentire i suoi effetti negativi