Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Veglia diocesana missionaria

Lunedì 16 ottobre 2023 presso la Basilica di Santa Maria Maddalena a Casamicciola Terme si è svolta la Veglia diocesana missionaria, presieduta dal Vicario generale don Gaetano Pugliese, intitolata “Cuori ardenti e piedi in cammino”: quelli che hanno spinto i passi dei tanti missionari e delle tante missionarie sulle strade del mondo.

L’incontro con Gesù non lascia indifferenti! Perché, quando Gesù Risorto ci viene incontro non lo si può tenere nascosto o soltanto per sé! Perché quell’incontro fa nascere un grande desiderio: quello di far partecipi tutti della straordinaria lieta notizia!

La «…prima e principale risorsa della missione sono coloro che hanno riconosciuto Cristo Risorto nelle Scritture e nell’Eucaristia, e che portano nel cuore il suo fuoco e nello sguardo la sua luce. Costoro possono testimoniare la vita che non muore mai, anche nelle situazioni più difficili e nei momenti più bui» (dal libretto). Tra questi testimoni abbiamo avuto la possibilità di ascoltare don Giuseppe Pizzoli, direttore dell’Ufficio nazionale per la cooperazione missionaria tra le chiese della Conferenza Episcopale Italiana, presente con tutti noi – i tanti intervenuti alla veglia -, con don Gino Ballirano, don Antonio Scala e don Gaetano Pugliese.

La Veglia è stata scandita da preghiere, letture e canti. Dopo la lettura dal Vangelo di Luca – sulla strada per Emmaus – don Giuseppe ha espresso: “Quanti hanno fatto come i discepoli di Emmaus? E col cuore ardente sono partiti? È molto importante accompagnarli con la preghiera. Anche le suore sono missionarie. Oggi la missione è universale. Tutti gli uomini, credenti, battezzati, sono missionari. Lo stile missionario di Gesù è interiore: non ha la preoccupazione di farsi riconoscere. La prima missione di Gesù è ascoltarli per far buttar fuori tutte le loro tristezze. Per dieci anni, tutti i venerdì, ero in casa ad ascoltare la gente sofferente dalle due del pomeriggio fino, a volte, alle dieci di sera. Avevano bisogno di essere ascoltati e io non sapevo cosa dire. Una persona una volta si alza, mi abbraccia e dice: “Mi hai ascoltato, grazie!” Cosa dire a queste persone tristi? Provo quindi, con loro, a rileggere i passi biblici alla luce della speranza che viene dalla Parola di Dio. Il giovedì sera è nata così la lettura popolare della Bibbia: la comunità si incontrava e leggeva la Parola. Poi si dialogava: “Cosa dice a me? In che cosa mi aiuta?” Pensate che l’animatrice della lettura non sapeva leggere la Bibbia, ma sapeva rileggere la loro storia. Camminando a fianco di chi soffre e ascoltando le loro sofferenze, mettiamoci insieme e leggiamo. Questa Parola ci fa tutti missionari del Vangelo”.

Tutti abbiamo quindi ricevuto il mandato missionario per approfondire la Scrittura e portare al mondo Gesù Risorto, per ascoltare l’annuncio delle donne che per prime lo hanno incontrato e riconosciuto, per tenere acceso il fuoco della speranza, per non tacere di fronte al male, per dare un volto nuovo alla Sua Presenza nel mondo. Che il Signore ci renda veramente suoi testimoni!

di Angela Di Scala


Veglia Missionaria Diocesana

” Cuori ardenti, piedi in cammino”❤️‍🔥👣

Portiamo a tutti la gioia dell’incontro con il Signore, perché la nostra vita sia la prima testimonianza credibile del suo amore.

Condividi su:

Facebook
WhatsApp
Email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

su Kaire

Articoli correlati

Dalle tenebre alla luce

Nessun luogo incarna i contrasti e le contraddizioni del capoluogo campano come il Rione Sanità, e proprio qui la Cooperativa La Paranza, supportata dalla Diocesi e dai fondi Ue, ha

I Vangeli alla prova della scienza

La fede alla prova dello spirito critico, questo il soggetto del volume “Gesù di Nazaret, una storia vera?”. Nella ricerca si analizzano la morfologia e la sintassi delle fonti storiche,