Focus Ischia

Virgo Fidelis festeggiata anche a Ischia

Il 23 novembre scorso presso la parrocchia di Santa Maria delle Grazie a Ischia si è celebrata la Messa in onore della santa patrona dell’arma dei carabinieri Virgo Fidelis, officiata da don Agostino Iovene. Presenti in chiesa le autorità civili e militari e le realtà di volontariato legate all’arma dei carabinieri. Il capitano Angelo Mitrione, ringraziando le forze presenti martedì mattina, ha sottolineato l’impegno incessante che l’associazione carabinieri operante sulla nostra isola ha dimostrato soprattutto durante il periodo di lookdown.

“Come ogni anno abbiamo festeggiato la nostra patrona Virgo Fidelis, la cui ricorrenza è il 21 novembre. La nostra associazione è una costola dell’arma dei Carabinieri e la ricorrenza è importante per ciò che nell’anno corrente è accaduto, ricordando chi ci ha lasciati e chi si è congedato. Anche quest’anno, come lo scorso, siamo stati lieti di riunirci per ringraziare la nostra patrona per la protezione su tutti noi, innanzitutto. Ed è un momento di gioia e commozione che viviamo insieme con le altre realtà operanti sul territorio”.

“Il capitano ha durante la cerimonia ringraziato pubblicamente l’associazione nazionale carabinieri della sezione di Ischia e per noi è stato un momento di forte orgoglio. Abbiamo dato, senza esitare neanche un attimo, durante il periodo di pandemia, la nostra collaborazione in tutta l’isola, coadiuvando i comuni , le varie realtà associative e la diocesi di Ischia, facendo da rete, là dove era difficile arrivare, in soccorso di chiunque chiedesse a noi aiuto, e coordinando gli spostamenti, il traffico e le distribuzioni di pasti e alimenti. Molti di noi volontari dell’ ANC insieme ad altre associazioni con l’inizio della campagna di vaccinazione covid19 si sono resi disponibili per permettere con il nostro servizio una facile fruizione nelle sedi predispose. E tutte queste elencate sono bellissime esperienze che mi portano ad amare sempre di più ciò che ho scelto di fare per passione”

Questo quanto ha riferito Nicola Di Costanzo, segretario di sezione dell’Associazione Carabinieri, a nome anche dei tanti compagni che martedì scorso erano presenti della chiesa di San Pietro di Ischia durante la celebrazione.

Un momento di forte commozione si è vissuto infine nel ricordo del carabiniere morto a Barano lunedì scorso prematuramente e in maniera improvvisa, Filippo Flamingo.

di Annalisa Leo

Commenta qui