Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Alla palestra del “Piccolo Custode”

Cari bambini, il 1° settembre è la Giornata Mondiale per la custodia del Creato. Cosa vuol dire? Facciamo un passo indietro: sapete che noi tutti, esseri umani, siamo i Custodi del Creato? Wow! Ma che grande notizia è questa? Ebbene sì: Dio, il Creatore, il grande Giardiniere, ha avuto così tanta fiducia in noi, e ci ha voluto così tanto bene, da regalarci il più bel giardino che potesse darci: il nostro pianeta, la Terra!

Allora, in questa giornata siamo chiamati a ricordarci che, dato che siamo custodi, e che abbiamo ricevuto tutte le meraviglie della natura gratuitamente da Dio, abbiamo il bel compito di prenderci cura di questo giardino. La Terra è la nostra casa comune, lo ha detto Papa Francesco nella sua Enciclica “Laudato Sì”.

Cosa significa? Vuol dire che è la casa che condividiamo con gli altri: quando usciamo dalla nostra casa privata per andare ad esempio in spiaggia, in montagna, a scuola, all’oratorio o in qualsiasi altro posto vi venga in mente, ecco che siamo in un territorio comune, cioè condiviso con altri.

È importante il rispetto dell’ambiente in cui mi trovo, ed è importante rispettare anche gli altri esseri viventi tutti, perché nel grande giardino condiviso occorre che tutti i suoi abitanti possano vivere bene. Pensate se in casa nostra (nella nostra casa privata, quindi) tutti i giorni ci fossero litigi, dispetti, disordine e sporcizia; cartacce a terra, povere piantine senz’acqua, montagne di piatti da lavare, musi lunghi e bronci, come vivremmo? Male, vero? Con noi stessi e con gli altri.

Lo stesso vale per la nostra casa comune: quello che c’è intorno a noi è a nostra disposizione; “è tutto nostro e noi siamo di Dio”, dice un bellissimo canto della Messa. Attenzione, però: è tutto nostro, sì, ma non in senso egoistico, cioè “questo è mio, e solo mio!”. No. È tutto nostro, ma perché siamo di Dio.

Allora sapremo che quello che è nostro è per tutti e di tutti e, quindi, condiviso proprio perché siamo tutti figli di un unico Dio e tutti fratelli sotto lo stesso cielo, da un capo all’altro della Terra. “Il pane condiviso è pane benedetto”, dice un saggio proverbio che con queste parole vuole farci capire l’importanza e la potenza del con-dividere con gli altri.

Anche Gesù ogni domenica dà un pezzettino di sé a tutti. È la meraviglia dello stare insieme, nonostante a volte sia proprio difficile! Cari bambini, facciamo un patto? Facciamo che la Giornata Mondiale per la custodia del Creato non sia solo una giornata, ma tutti i giorni?

Come sapete, qui sul “Kaire dei Piccoli” parliamo spesso di come salvaguardare il nostro pianeta e spesso, attraverso la rubrica “Il Piccolo Custode”, vi proponiamo azioni da fare per diventare dei perfetti piccoli custodi.

Oggi vi proponiamo alcuni consigli di Papa Francesco da trascrivere (così li impareremo bene!) e mettere in casa, e in più un consiglio di lettura: l’Enciclica “Laudato Sì” (di Dolores Olioso, Ed. Paoline, ISBN 8019118035325) spiegata e animata per i bambini, da leggere e vivere sia a casa, che a scuola o all’oratorio.

Che ne dite con questi strumenti di allenarci insieme alla palestra del “Piccolo Custode”? E ricordiamoci che ogni gesto, anche il più piccolo, può fare la differenza: solo così saremo dei veri custodi del creato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*