BASILICA PONTIFICIA
Del Sacro Cuore di Gesù e di S. M. Maddalena Penitente –  Casamicciola Terme

Giusy Polito

Cari lettori, lo scopo di questo articolo è quello di raccontarvi come la comunità di Casamicciola Terme sta reagendo a questa pandemia, sfruttando questo periodo di quarantena come occasione per ascoltare e meditare la parola di Dio. In particolare sono state attivate iniziative volte a dare conforto ai fedeli, affinchè in questo momento difficile non si sentano soli e abbandonati.

In primo luogo, ricordiamo le riunioni via Sype, tenutesi due volte settimana, nate per creare incontri che hanno ad oggetto Studi Biblici e la sua divulgazione a livello popolare. In modo particolare l’oggetto della trattazione è stato il Vangelo secondo Giovanni, che è uno dei quattro vangeli canonici contenuti del Nuovo Testamento della Bibbia cristiana, composto di 21 capitoli e così come gli altri vangeli narra il ministero di Gesù. In particolare ciò che occorre sottolineare è che il Vangelo secondo Giovanni è notevolmente diverso dagli altri tre vangeli detti sinottici, in quanto ha la peculiarità di approfondire la questione sull’identità del Cristo. In particolare Giovanni intende sottolineare ripetutamente l’umanità di Gesù che ad esempio si commuove per la morte di Lazzaro. Con questa riflessione interessante che ci offre Giovanni è opportuno soffermarsi a riflettere per capire come il Signore Gesù nel farsi uomo, non si è risparmiato ed ha provato sulla sua pelle tutto ciò che proviamo noi, dal dolore, alla sofferenza, alla gioia, alla stanchezza, al bisogno di amicizie e di amore.

Inoltre da martedì 31 marzo è partita anche la distribuzione di 500 vangeli secondo Giovanni presso alcuni negozi aperti della nostra comunità parrocchiale, quali: l’Edicola a Piazza Bagni, il supermercato DOK di Piazza Bagni, la Macelleria Schiano, la Farmacia di Piazza Marina, la Macelleria Viola, ed infine il Tabaccaio a Piazza Bagni. All’interno dei vangeli troviamo inserita una lettera del nostro Parroco Don Gino, allegata qui di seguito.

In secondo luogo abbiamo raccolto alcune testimonianze dei nostri fedeli che hanno partecipato agli incontri Biblici:

Testimonianza di Giovanna:

“Questo è quanto posso dire di provare fino ad ora nel il mio percorso dello Studio della Bibbia: Gesù Cristo è la nostra Luce, la luce del mondo. Una luce che splende su tutta l’umanità! È fonte di vita! Egli venendo tra di noi ci ha dimostrato quanto fossimo peccatori, imperfetti, amanti delle cose terrene. Io personalmente non penso di essermi distaccata dal “male del mondo”, aspetto ancora di rinascere di nuovo con una vera fede in Gesù Cristo. Affido dunque il mio corpo, il mio cuore al Signore affinché diventi presto Tempio dello Spirito Santo!”

Testimonianza di Paola Morgera:
“L’ultima volta che sono andata alla Messa delle 12 al Buon Consiglio, eravamo, solo in 5, compreso il Parroco don Gino che celebrava. La paura per il virus già aveva contagiato tutti. Poi è stato vietato di celebrare le Messe. E ci siamo ritrovati al buio.
Costretti a non uscire, si poteva pregare in casa. Ma non era la stessa cosa.
Ed è stata una fortuna poter seguire una prima Messa in streaming e poi anche altre.
Ma tutto il resto resta sospeso. Tutto, tranne i nostri incontri per lo studio della Bibbia. Per iniziativa del Parroco, Don Gino, siamo stati avvertiti in tempo. E, con brevi istruzioni a quanti non avevano dimestichezza con l’utilizzo dei cellulari, finalmente ci siamo tutti rivisti. Riprendere la lettura, lo studio ed il commento della Bibbia, ammetto che ci ha giovato moltissimo. Quando ci incontravamo fisicamente, lo studio si ripeteva una volta la settimana. Ora che ci vediamo on streaming tramite Skype, gli incontri sono due a settimana. Ogni volta c’è l’attesa e l’aspettativa per l’incontro. Come per una festa. Sono occasioni per sentirci più vicini a Dio; tutti manifestano una maggiore sensibilità a causa dei disagi vissuti quotidianamente e della conoscenza delle sofferenze di tanti. Dal Vangelo “secondo Giovanni”, che stiamo rileggendo in questi giorni, con l’aiuto del Parroco, riusciamo a comprendere come la fede sia l’unico sostegno di cui possiamo avvalerci per vivere questi momenti difficili, con quella fiducia in Dio Padre che Gesù Figlio ebbe nel sottoporsi al sacrificio della Croce, per farsi carico dei peccati dell’umanità e al fine di consentire a tutti di aspirare alla salvezza. I nostri incontri iniziano con una preghiera affinchè li Spirito Santo illumini le nostre menti. Quindi si procede ad una lettura corale alla quale segue una rilettura personale e silenziosa. Dopo di che ciascuno esprime quanto più lo ha colpito nel brano letto, oppure segnala dubbi di interpretazione o difficoltà di comprensione. Don Gino interviene su queste osservazioni personali, spiega, chiarisce o corregge. Da ultimo il Parroco rilegge il capitolo aggiungendo spiegazioni, approfondimenti e collegamenti con altre parti delle Sacre Scritture. Si arriva, cosi, al momento più impegnativo dell’incontro: la preghiera personale espressa da ciascuno dei presenti. È un momento molto importante e coinvolgente perché spesso queste preghiere si collegano alla lettura ed al commento del brano. Segue e conclude l’incontro, la preghiera del Parroco che invoca per tutti il sostegno della Fede.”

Testimonianza di Gildo:

“Una cosa è certa il covid-19 ci vuole stringere in un angolo e ridurci alla disperazione senza speranza. Ma paradossalmente, lui che voleva allontanarci ci sta facendo avvicinare ancora di più, specialmente attraverso i social. Anche noi dello studio della Bibbia di S. Maria Maddalena che ci vedevamo una sola volta alla settimana con il nostro amato parroco don Luigi Ballirano, ottima guida, sfruttando skype, ora ci “incontriamo” due volte alla settimana, continuando a condividere dei momenti stupendi insieme, come una famiglia, nonostante questa lontananza-vicina, in barba a questo virus!
Sono contento che mi sia stata data la possibilità di parlare della mia esperienza dello studio della Parola, che mi sia stato chiesto in questo particolare momento della nostra vita, dove tutto sembra crollarci addosso, vedendo vanificati gli innumerevoli sforzi per portare avanti una esistenza dignitosa per noi e la famiglia…
Dove tutto sembra crollarci addosso… proprio partendo da questa frase, che rimbomba nella mia mente, e che senti pronunciata da tante persone, capisci l’importanza della Parola, di Dio, di Cristo Gesù nella vita.
Una frase che mi porta a riflettere, meditare, contemplare, che mi aiuta a scendere ancora più in profondità nel mio io nascosto, che mette a nudo le mie fragilità, le mie debolezze. Mi accompagna a voler cercare con più insistenza Dio e trovare in questo modo la Via, la Verità la Vita: Gesù.
Gesù che comprendi, grazie alla Parola, essere l’unica persona, l’unica porta che mi fa conoscere il Padre. Venendo travolto da un incredibile vorticare di emozioni che mi fanno godere del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Scopro nascere, piano piano dentro di me, il desiderio di cercare con perseveranza la vicinanza della Trinità innalzando, verso Colui che mi ascolta, una preghiera perpetua e che mi accorgo ridiscendere su di me con più vigore donandomi una forza che non mi appartiene.
E quella frase… da cui tutto e partito (dove tutto sembra crollarci addosso) non ha più senso, perché sei abbracciato… da un Amore infinito.
Sì, bontà e fedeltà mi saranno compagne tutti i giorni della mia vita, abiterò ancora nella casa del Signore per lunghi giorni.(salmo 23,6)
Questa condizione mi rende carico di speranza che è certezza e la mia fede, per grazia, cresce avvertendo la necessità di rendere partecipi il prossimo. Grazie a Dio alla nostra famiglia di ascolto della Parola si sono aggiunti altri fratelli… in barba a questo virus! ”

Testimonianza del nostro Parroco Don Gino: “La parola di Dio in questi momenti ci aiuta a trovare la forza e il coraggio per non abbatterci. Questa nuova modalità di comunicazione e in particolare degli incontri via Sype, è un’esperienza nuova anche per me e mi permette di essere vicino alla mia comunità, seppur da lontano. È un nuovo mondo che stiamo sperimentando insieme, giorno per giorno, e ci aiuta a meditare e riflettere della fortuna abbiamo, anche semplicemente di trascorrere la quarantena in una casa che gode di tutti i confort; perfino questo è un privilegio che non tutti hanno la fortuna di avere e per questo dobbiamo essere grati al Signore. L’invito che rivolgo a tutti voi è quello di aprire i vostri cuori all’ascolto della parola di Dio, affinchè con il suo aiuto possiamo ritornare presto ad abbracciarci. Infine concludo dicendo che sono felice del successo o meglio della partecipazione attiva che sta avendo lo studio biblico attraverso Skype e in particolare si sta incrementando molto, per me rappresenta un’occasione per sentirci vicino, per fare famiglia, ma soprattutto per aiutarci a stare davanti a Dio attraverso Gesù. La sua presenza travalica ogni confine, e ci unisce. Attraverso la Parola scopriamo il vero volto di Dio, e sperimentiamo il vero Amore che solo dà senso alla vita”.

Ricordiamo, attraverso un’immagine qui sotto allegata, la supplica al Venerabile Giuseppe Morgera per impetrare la cessione dell’epidemia. Inoltre è opportuno ricordare a tal proposito che venerdì 3 aprile c’è stata la prima diretta, alle ore 15.00, autorizzata da Sindaco di Casamicciola Giovan Battista Castagna, il quale ci ha permesso di installare una webcam davanti ai resti mortali del nostro Parroco “Santo” Don Giuseppe Morgera. La prima esperienza sulla tomba del Morgera conta 3.488 visualizzazioni e 749 interazioni, numeri che ci confermano ancora una volta la fede e la devozione del popolo di Casamicciola nei confronti del Morgera, che da sempre protegge la sua amata Casamicciola dalle avversità.

 

 

Anche i nostri fedeli più piccoli, coloro che sono la luce della nostra comunità e che un domani saranno la nuova classe diligente, i nostri bambini si stanno accingendo alla lettura della Bibbia e hanno prodotto alcuni disegni dei brani che stano .

Comment here