Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Un pomeriggio di solidarietà al convento di Sant’Antonio

Progetto Albarella

Mercoledi 3 maggio presso il convento di Sant’Antonio di Ischia ponte sono stati accolti i giovanissimi ospiti della nostra isola che hanno aderito quest’anno al progetto Albarella. Alle 16 in punto una delegazione del team della Pastorale del sociale della diocesi di Ischia ha salutato i bambini e le mamme arrivati con un pulmino da Forio, alla presenza anche di padre Vincenzo e padre Mario. Tutti bambini di un’età compresa tra i due i sedici anni che stanno attraversando il lungo e difficile percorso oncologico e che, accompagnati da mamme e fratellini sono stati selezionati per passare sulla nostra isola una settimana di vacanza all’insegna della solidarietà.

Dopo il saluto di Marianna Sasso e Pina Trani, direttrici dell’ufficio Pastorale, padre Vincenzo ha saputo intrattenere con una bravura senza eguali i giovanissimi ospiti, creando una atmosfera di festa e giovialità, ma anche di tanta grazia. Molte le sorprese poi per gli ospiti: la visita alla vicina biblioteca Antoniana con l’assistenza della direttrice Lucia Annicelli, una mascotte per i più piccoli offerta dalla Ludoteca Fantasilandia e un momento dolce per tutti offerto dal hotel Miramare e Castello.

“Oggi pomeriggio grazie al progetto “Albarella” della dinamica Alina Albarella Imperatore abbiamo incontrato tanti ”Supereroi”…è’ stato un momento di gioia, dicondivisione, di forti emozioni…grazie a Padre Mario e Padre Vincenzo che ci hanno accolto facendoci sentire a casa…a Lucia Annicelli che ha aperto le porte della Biblioteca Antoniana entrando nel cuore dei bimbi…ad Anna Olmo e Ciro Calise del Hotel Miramare e Castello Ischia che ci hanno fatto preparare dal pasticciere una merenda strepitosa…a Mariagrazia Sansone che con una preziosa Federica di Ludoteca Fantasilandia Ischia ha fatto arrivare più veloce che mai uno splendido Sonic che ha animato un pomeriggio di convivialità…un grazie speciale va soprattutto alle tante mamme incontrate, che con forza e occhi pieni di speranza ci hanno trasmesso una grande lezione di vita…a presto Supereroi, vi aspettiamo di nuovo vicino al mare”.

Questi i ringraziamenti di Marianna Sasso, dopo il pomeriggio di gioia e tanta tanta commozione.

Il progetto “ALBARELLA” nato nel 2004 è dunque divenuto un appuntamento apprezzato e amato dai bambini del reparto onco-ematologico del Pausilipon, e non solo. Infatti hanno partecipato e apprezzato i bambini dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo e i bambini provenienti dall’Onco-ematologia dell’ospedale dell’Aquila, perchè il Progetto “Albarella” Vacanza ad Ischia Isola Solidale è un’occasione di ritorno al gioco all’aria aperta, ma è soprattutto un ritorno alla vita.

Il Progetto “ALBARELLA” “Vacanza ad Ischia…Isola Solidale, infatti, ha lo scopo di donare un percorso di recupero di familiarità frammentata dalla malattia, rapporto unico ed esclusivo tra mamma bambino e fratello e sorella, e inoltre creare occasione di recupero di solidarietà comune alle altre mamme che nella malattia del bambino vivono la medesima esperienza.

Il progetto offre un soggiorno solidale organizzato con varie attività ludiche e tantissimi i gesti di solidarietà che ad ogni edizione si scatenano in una vera e propria gara d’amore.

 Numerosi, infatti, i sostenitori dell’isola e non, che donano la loro collaborazione, nella riservatezza e generosità massima.

L’obiettivo primario del progetto “ALBARELLA” è permettere ai piccoli pazienti di vivere attimi di svago e distrazione dopo le lunghe e pesanti terapie subite e attraverso la vacanza ricomporre quel nucleo familiare frammentato dal percorso della malattia.

Il gruppo è stato ospite dell’Hotel San Francesco a Forio che da anni offre un trattamento speciale al fine di agevolare e sostenere il Progetto solidale. Responsabile progetto “Albarella” Vacanza ad Ischia Isola Solidale è l’energica e instancabile Alina Imperatore che ogni anno riesce ad accogliere le mamme e i piccoli e soprattutto a coinvolgere tante realtà diverse con un unico scopo … Dare amore incondizionato a chi si trova a vivere un momento difficile.

di Annalisa Leo

Condividi su:

Facebook
WhatsApp
Email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

su Kaire

Articoli correlati

Dalle tenebre alla luce

Nessun luogo incarna i contrasti e le contraddizioni del capoluogo campano come il Rione Sanità, e proprio qui la Cooperativa La Paranza, supportata dalla Diocesi e dai fondi Ue, ha

I Vangeli alla prova della scienza

La fede alla prova dello spirito critico, questo il soggetto del volume “Gesù di Nazaret, una storia vera?”. Nella ricerca si analizzano la morfologia e la sintassi delle fonti storiche,