Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

ProgettAzione: Valore Pedagogico e Coscienza Politica

Assemblea Nazionale MCE a Napoli

Da venerdì 14 a domenica 16 aprile ’23 il Movimento di Cooperazione Educativa ha svolto a Napoli la sua 72esima Assemblea nazionale. Nella Sala della Biblioteca “Annallisa Durante” in via Vicaria Vecchia, 23 nel popolare quartiere di Forcella, si è tenuta una tre giorni con gli iscritti all’Associazione all’insegna di ProgettAzione Valore Pedagogico e Coscienza Politica.

Erano previsti laboratori didattici e pedagogici, mostre, interventi e dibattiti, lavori di gruppo sui temi più attuali di politica scolastica. Una serata speciale è stata dedicata al Maestro Bruno Ciari, per ricordare, nel centenario della nascita, l’attualità del suo impegno politico e pedagogico per una scuola popolare di tutti e per tutti. Nel ricordo di Bruno Ciari, grande innovatore e sperimentatore del tempo pieno, con gli esponenti del MCE, coordinati dalla segretaria nazionale Anna D’Auria, si sono confrontati l’Assessora all’istruzione del Comune di Napoli Maura Striano, la Dirigente scolastica Stefania Colicelli e Pino Perna, Presidente dell’Associazione Annalisa Durante.

Fondato nel 1951, il MCE è un’Associazione di insegnanti/educatori per una scuola cooperativa, inclusiva, pubblica, laica, democratica, a sostegno del diritto all’istruzione. La presenza a Napoli di oltre 130 iscritti testimonia il forte impegno dell’Associazione per una pedagogia popolare, la sola in grado di contrastare la dispersione scolastica e la povertà educativa.

Al Sud i dati Svimez segnalano una vera e propria emergenza educativa, con punte di dispersione nella città di Napoli del 23% su una media nazionale del 10,4%, una disparità che riguarda anche tutti i servizi, dalle mense alle palestre, al tempo pieno. E non basteranno le risorse del PNRR a risolvere questi mali se non ci sarà un patto educativo che coinvolga Scuola, Enti e Associazioni. Per questo, l’Assemblea del MCE, in questo appuntamento napoletano, era volta al rinnovamento, non solo degli organi statutari, e alla ricerca di nuove piste di lavoro che possano contribuire alla pedagogia popolare con nuovi metodi, tecnologie, vie, per affermare i diritti degli emarginati, l’emancipazione di tutti, perché solo la cultura e l’educazione possono cambiare il mondo!

Per conoscere il Movimento di Cooperazione Educativa vai al sito http://www.mcce-fimem.it Per contattare il gruppo napoletano: napoli@mce-fimem.it – tel 3386265818

Condividi su:

Facebook
WhatsApp
Email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

su Kaire

Articoli correlati

Il pericolo dell’accidia

Un altro vizio trattato dal Papa durante la catechesi del mercoledì è quello insidioso dell’accidia: «Tra tutti i vizi capitali ce n’è uno che spesso passa sotto silenzio, forse a

gesù che cammina solo nel deserto

Riempirsi gli occhi di bellezza

Commento al Vangelo Mc 9,2-10 Non è facile attraversare il deserto e non è facile vivere la quaresima senza ridurla a qualche preghiera in più o qualche digiunino. Forse qualcuno

Abbattere ogni barriera

Nell’omelia per la celebrazione della Giornata del malato, il Vescovo Carlo ci spiega il significato della guarigione del lebbroso Lv 13,1-2.45-46; 1Cor 10,31-11,1; Mc 1,40-45 Nella Giornata del malato, domenica

Tra S. Giovanni, S. Francesco e S. Marco

Settimana della Parola Parrocchia Santa Maria Assunta Anche quest’anno in parrocchia abbiamo vissuto la Settimana della Parola: un momento atteso dalla comunità perché un passo della Bibbia, che diversamente leggiamo