Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Undici nuove riserve di biosfera

L’Unesco approva la designazione di 11 nuove riserve di biosfera in 11 Paesi

L’Unesco ha approvato la designazione di 11 nuove riserve di biosfera in 11 paesi, tra cui per la prima volta Belgio e Gambia, e due riserve transfrontaliere di biosfera. Le altre nuove riserve si trovano in Colombia, Repubblica Dominicana, Italia, Mongolia, Regno dei Paesi Bassi, Filippine, Repubblica di Corea, Slovenia e Spagna. Con queste nuove riserve di biosfera che coprono un’area totale di 37.400 km2, equivalente alla dimensione dei Paesi Bassi, la rete mondiale delle riserve biosfera conta ora un totale di 759 siti in 136 paesi.

“Le nuove designazioni arrivano in un momento cruciale per l’umanità, alle prese con una crisi globale della biodiversità intrecciata con lo sconvolgimento climatico. In un momento in cui la comunità internazionale è chiamata ad aumentare il numero di aree protette, queste nuove riserve di biosfera svolgono un ruolo essenziale nel preservare in modo sostenibile la biodiversità, migliorare le condizioni di vita delle popolazioni locali e delle popolazioni indigene e promuovere la ricerca scientifica”, afferma Audrey Azoulay, direttore generale Unesco.

Le nuove designazioni sono state decise durante la 36a sessione del Consiglio di coordinamento internazionale, l’organo di governo del programma “L’uomo e la biosfera” dell’Unesco, composto da 34 rappresentanti degli Stati membri, durante la sua sessione ad Agadir, in Marocco, dal 2 al 5 luglio. Le riserve di biosfera sono una componente essenziale del mandato dell’organizzazione; ogni riserva promuove soluzioni innovative di sviluppo sostenibile locale, protegge la biodiversità e affronta i cambiamenti climatici contribuendo al raggiungimento degli obiettivi fissati dagli Stati al momento dell’adozione del Quadro globale sulla biodiversità di Kunming-Montreal nel dicembre 2022, che comprende la designazione del 30% della superficie terrestre e marina della Terra come aree protette e il ripristino del 30% degli ecosistemi degradati del pianeta entro il 2030.

di Giovanna Pasqualin Traversa – Sir

Riserva della biosfera è una qualifica internazionale assegnata dall’UNESCO per la conservazione e la protezione dell’ambiente all’interno del Programma sull’Uomo e la biosfera – MAB (Man and Biosphere).

Le riserve della biosfera sono aree di ecosistemi terrestri, costieri e marini in cui, attraverso un’appropriata gestione del territorio, si associa la conservazione dell’ecosistema e la sua biodiversità con l’utilizzo sostenibile delle risorse naturali a beneficio delle comunità locali: ciò comprende attività di ricerca, controllo, educazione e formazione. Tutte queste attività realizzano l’Agenda 21, la Convenzione sulla Diversità Biologica ed altri accordi internazionali.

In Italia si trovano venti riserve della biosfera, dal Monviso alla Sila, dalla Valcamonica alla Sardegna. Le riserve della biosfera in Campania sono “Somma-Vesuvio e Miglio d’oro” e “Cilento e Vallo di Diano”.

Condividi su:

Facebook
WhatsApp
Email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

su Kaire

Articoli correlati

Mai da soli

Omelia del Vescovo Carlo in occasione della celebrazione eucaristica del 10 luglio scorso nell’ambito del Summer Holiday dell’Unitalsi Napoli, presso l’Hotel Re Ferdinando in Ischia Porto Os 10,1-3.7-8.12; Mt 10,1-7

Da discarica abusiva ad area protetta

Come nasce un’oasi WWF Tra i vari progetti dell’associazione WWF finalizzati alla tutela dell’ambiente vi è la ricerca sul territorio italiano di aree illegali di abbandono rifiuti. Le guardie ambientali