Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Peter Coniglio, un Piccolo Custode

Cari bambini, per la rubrica “Il Piccolo Custode”,in cui ormai da tempo parliamo di ecologia, cura del creato e rispetto dell’ambiente, di buone azioni che possiamo fare tutti e dell’Enciclica “Laudato Si’” di Papa Francesco, oggi vi parliamo di un tenero, e un po’ monello, Piccolo Custode: Peter Coniglio.Ne avete mai sentito parlare? Una volta, qui sul “Kaire dei Piccoli”, ve ne avevamo parlato, tanto tempo fa, ma desideriamo approfondire questo personaggio uscito da una favola, perché in questo mese si festeggia il suo compleanno e compie, pensate, 120 anni! Ma è un coniglio vero che ha davvero quest’età? In realtà no: è la favola col suo protagonista, “La Storia di Peter Coniglio”, a compiere tutti questi anni.

Infatti, nel 1902, appunto 120 anni fa, in Inghilterra, una donna di nome Beatrix Potter si fece coraggio e cercò un editore che volesse pubblicare questa storia da lei scritta ed illustrata, e dopo un po’ di fatica perché nessuno voleva darle retta, ci riuscì! Pensate, bambini: da allora, questa favola è una delle più conosciute e vendute al mondo! Ma come è possibile, visto che in Italia la si conosce poco? Ecco che ci siamo noi a parlarvene! E perché è importante conoscere questa favola e la sua autrice? Perché Peter e Beatrix, insieme, hanno salvato nella Regione dei Laghi, in Inghilterra, tanti boschi, tanti laghi, tanti animali e tante fattorie da alcune persone che volevano farli sparire! Sì: nell’ottobre 1902 la storia di Peter Rabbit (questo il suo nome originale in inglese) divenne così famosa e ne vennero vendute migliaia di copie, che Beatrix guadagnò tantissimi soldini.

E cosa fece con tutto questo guadagno? Si impegnò per far sì che questi luoghi venissero lasciati com’erano e, anche qui, ce la fece! Comprò, via via, tutte le terre del Distretto dei Laghi (Lake District, in inglese) per salvarle, donandole ad un’associazione dal nome National Trust (da cui qualche anno dopo è nato il FAI in Italia), che le difende ancora oggi. Beatrix ha combattuto qualche battaglia, e non da sola, ma negli anni scrisse ed illustrò altre storie (più di 20!) e con tutti i soldi ricavati dalle sue storie e dai suoi personaggi continuò a difendere quelle colline e montagne meravigliose con la loro flora e fauna. Grazie a lei e a Peter, il Distretto dei Laghi è salvo ancora oggi! E da dove viene tutto questo amore per la natura? Beatrix sin da piccola amava tutta la natura: le piante, gli animali, coi più piccoli fiori e insetti che nessuno notava, ma lei sì.

Aveva anche qualche piccolo animaletto: cani, topolini e due coniglietti (uno si chiamava Peter e l’altro Benjamin), e si divertiva a disegnare ciò che vedeva. Era una piccola esploratrice. Con suo fratello guardava e studiava al microscopio qualsiasi cosa, ed entrambi dipingevano ed erano bravissimi. Un giorno, poi, Beatrix scrisse la storia di un coniglietto di nome Peter che aveva tre sorelle, molto brave, ma lui era un po’ più disobbediente, e dopo una grossa marachella, che gli costò una brutta febbre, un bel mal di pancia e la perdita della sua giacchetta blu fatta con cura dalla sua mamma, capì che è importante ascoltare i genitori, per non finire nei guai. Le storie di Beatrix Potter sono piene di bellissime illustrazioni e saggi insegnamenti: cerchiamole e leggiamole, impareremo moltissimo e aiuteremo anche noi Beatrix e Peter, custodi della natura, a continuare a salvare la campagna del Distretto dei Laghi “per tutti, per sempre”! Buon compleanno, caro Peter Coniglio! E grazie, Beatrix Potter!

*** Per saperne di più, visita il sito: www.peterrabbit.com con tantissime attività per bambini; trova tutte le storie di Beatrix Potter qui: www.ragazzimondadori.it/libri/il-mondo-di-beatrix-potter-beatrix-potter; trova: “La vita straordinaria di Beatrix Potter” qui: www.edt.it/libri/la-vita-straordinaria-di-beatrix-potter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*