Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Siamo coraggiosi nell’amare!

Cari bambini, il “Kaire dei Piccoli” vi tiene compagnia da qualche anno, ormai, da quando alcune persone hanno avuto questa bellissima idea di creare un giornale tutto per voi. Oggi, chi vi scrive ha la gioia di farlo da 5 anni, e per festeggiare questo momento importante abbiamo pensato di “vestirci con un nuovo vestito” a partire da questo primo numero del mese di ottobre 2022; ma state tranquilli, non cambieranno i temi e le rubriche di cui parliamo sempre (Parola del Mese, Sui Passi di Gesù, Una Storia al Mese, Piccole Buone Notizie, Un Libro per Amico, Il Piccolo Custode, Ricette dal Mondo, La Bibbia e i Santi a Cartoni Animati, Due Passi fra le Stelle, e molto altro…) e resteremo sempre con voi e non andremo mai in vacanza, come facevamo già (e come fa Gesù, del resto!), ma parleremo di tutto questo cercando di regalarvi un numero sempre più ricco di buone notizie e di cose belle!

Ogni settimana il Vangelo di Gesù sarà sempre al centro, con una rubrica che di mese in mese si alternerà alle altre con un calendario ben preciso, dandovi così ogni settimana la possibilità di trovare qui tanto materiale per lavorarci a casa in famiglia, a scuola nell’ora di religione o in oratorio a catechismo. Scopriremo insieme ancora di più quanto è bella l’amicizia con Gesù e quante meraviglie Lui fa per noi e ci regala ogni giorno! Perché anche se nel mondo ci sono tante brutte notizie, ce n’è una bella che le batte tutte: quella che Dio è Amore! Quello con la A maiuscola! Non perdetevi nemmeno un numero, allora! E se volete rimanere al passo, ecco dove trovare i Kaire dei Piccoli: www.ilkaire.it/category/kaire-dei-piccoli.

Partiamo? In questo numero, dopo il Vangelo commentato, ecco anche la Parola del Mese commentata per la prima volta; buona lettura!! In questa “Parola del Mese” vediamo che Gesù ci chiede di essere coraggiosi nell’amare. Cosa vuol dire? San Paolo è in carcere, e scrive a Timoteo di non avere paura di chi è contro i cristiani e li perseguita volendo eliminarli, perché a chi segue Gesù viene data anche la forza di seguirlo da Gesù stesso. Davvero? Sì. Pensiamoci: Michele e Giuseppe vedono i propri genitori litigare, ma gli chiedono di darsi un bacio per ricordare loro che l’amore è più forte di un litigio.

Allora i genitori con coraggio si danno un bacio, testimoniando, così, che l’amore può vincere davvero. Non sarà stato faticoso per loro fare pace subito dopo aver litigato? Sì, ma quando si sono sposati Dio ha dato loro, nel Sacramento del Matrimonio, il dono del Suo amore nonostante i momenti difficili. Ma non è stato dato loro con una bacchetta magica: gli è stato dato quando gli ha chiesto di dire un “Sì” l’uno all’altra e a Dio, cioè di fare la promessa di scegliere il bene e di ricordarsi nei litigi che l’amore sì, vince sempre. Questa è la forza della fede che per chi segue Gesù: accogliere l’amore di Dio e metterlo in pratica nella propria vita ogni giorno.

Questo vuol dire andare oltre le cose brutte. Ma possiamo farlo da soli? No, ma solo con Gesù accanto a noi, perché l’amore che prova l’uomo è un amore diverso dall’amore illimitato di Dio, sempre pronto a perdonare. Possiamo farcela solo se crediamo nel Suo Amore puro, chiedendo a Dio Padre forza (coraggio), amore (caritatevole) e prudenza (attenzione) nelle cose che facciamo, sapendo che veramente questo Amore è più forte di tutto, sempre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*