Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Al Convento di Sant’Antonio la messa delle ore sette, forza per la vita quotidiana

Soltanto in cielo comprenderemo quale divina meraviglia sia la Santa Messa. Per quanto ci si sforzi e per quanto si sia santi e ispirati, non si può che balbettare su questa opera divina che trascende gli uomini e gli Angeli.

«Il martirio non è nulla – diceva il santo Curato d’Ars – in confronto alla Messa, perché il martirio è il sacrificio dell’uomo a Dio, mentre la Messa è il sacrificio di Dio per l’uomo!».

Questo solo per dire quanto è importante partecipare alla S. Messa quotidiana un’esigenza per il piccolo drappello delle 7 del mattino.

Siamo un popolo variegato: operai, casalinghe, impiegati, contadini, commercianti, turisti, insegnanti e …tutti sentiamo il bisogno di vivere la S. Messa per iniziare bene la giornata e portarla a termine, tenendo fede al Vangelo di Gesù.

Per le nostre esigenze lavorative, abbiamo preferito la partecipazione alla S. Messa delle ore 7 presso la Chiesa dei frati minori del Convento di S. Antonio. Qui ci ritroviamo ogni mattina, a vivere l’ EUCARISTIA quale momento unico e indispensabile alla nostra vita . Come comunità affiatata e unita nell’unico Bene sentiamo che il Sacramento ci da’ forza e coraggio per affrontare le sfide del mondo e non ne vogliamo fare a meno.

Inoltre, la guida dei frati minori, con la loro spiritualità, è di grande nutrimento per le nostre anime e non ci sembra mai abbastanza ascoltare i loro insegnamenti, tutti dettati dalla regola del fondatore: Francesco, e poi Antonio e per finire Giovan Giuseppe della Croce. Regole ferree, decise, di altissimo spessore e valore cristiano. Niente sconti: Vangelo sine glossa.

Il nostro Gioacchino dice: “ Aprendo gli occhi al mattino ringrazio Dio, perché, venendo a Messa, mi ha fatto fare un altro passo verso il Paradiso”

Giorgio, con il suo sorriso a 32 denti, esclama: “ Dopo il buio della notte, arriviamo noi e scoppia la LUCE dentro e fuori”.

Mariella: “ Vengo a Messa la mattina presto perché lì trovo veramente il riposo dello spirito. È un momento speciale che mi dà la carica per tutto il giorno e, per questo, non posso fare a meno della Messa mattutina”.

Katia: “ Per affrontare bene qualunque cosa si dice che occorre partire col piede giusto. Umanamente, appena alzati, la prima cosa è fare una buona colazione e cercare di rivestirsi di buon umore. Da cristiani invece è cosa buona e giusta iniziare la giornata con il pensiero che niente è scontato e che tutto è dono di Dio. Da qui l’esigenza spirituale di partire con il piede giusto che si traduce nell’andare a Messa prima di iniziare la nostra giornata lavorativa per ringraziare innanzitutto Dio di averci donato un nuovo giorno di vita da mettere al suo servizio e al servizio del prossimo, e poi per andare da Colui che riconosciamo essere la nostra vera forza. È bello vedere che in tanti, al mattino, avvertono la stessa esigenza, che tanti credono nelle parole di Gesù che ha detto: “ Senza di me non potete far nulla”.

E che dire di Simeone, che ha fatto della sua vita un’offerta continua a Cristo fino al consummatum est definitivo. Simeone, fratello nella fede, è stato un grande esempio di umiltà e amore a Gesù Eucaristia e al prossimo, come solo i Santi hanno fatto. Racconta Maria, la mitica maestra della scuola d’infanzia: “ Al mattino, Simeone veniva a casa per prendere me, mio marito e mio figlio Mirko, perché andassimo insieme a Messa in quanto, per un periodo, ho dovuto mettere a riposo la vista e, di conseguenza, mi era difficile guidare l’auto. E Simeone dal cuore immenso, finché ha potuto, non si è tirato indietro davanti a questo impegno mattutino. Poi, la malattia ha fatto il suo corso e Simeone è salito al Cielo dal Padre per ricevere, ne sono sicura, la giusta ricompensa per tutto il bene fatto”. Sono tanti gli esempi che ha dato e un giorno ci fermeremo per descriverli .

Un ringraziamento speciale va ai nostri frati : Padre Maurizio, Padre Nunzio e Frate Mario che seguono questo popolo mattutino con tanta dedizione, pazienza e carità.

G R A Z I E,

Dio vi ricompenserà, donandovi il centuplo. Buon tutto con tutta l’unità dei figli di Dio con la Mamma Celeste che vigila attentamente su tutti.

A cura di Carmela trani e il gruppo delle ore 7:00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*