Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Mamma, che caldo!

L’estate è la stagione del gran caldo, che negli ultimi anni si è fatto sentire sempre di più anche nella nostra nazione, l’Italia, specie al sud, come nella nostra bella isola d’Ischia. Talvolta, soprattutto per chi vive in città (ma non solo), le temperature possono diventare molto alte

. È diventato quindi “normale” trovare sollievo accendendo l’aria condizionata, per tante persone. Il condizionatore è uno strumento molto utile, soprattutto se si hanno problemi di salute e il caldo li peggiora, ma purtroppo è anche molto dannoso per l’ambiente, perché consuma tanta energia e perché per funzionare emette una grande quantità di aria calda che si libera nell’aria, scaldandola ancora di più!

Per aiutare l’ambiente in cui viviamo è quindi importante ricordarsi di utilizzare il condizionatore solo quando è veramente necessario: sapevate che i condizionatori, infatti, funzionano un po’ come dei frigoriferi? Sono macchine che per creare il freddo comprimono un apposito gas che quando viene messo in pressione produce un fortissimo calore che viene poi liberato nell’aria da una specie di ventilatore, che è posizionato all’esterno dell’edificio in cui si trova il condizionatore.

Quindi, se ci sono tanti condizionatori accesi in una città o paese, la temperatura dell’aria esterna aumenterà di qualche grado in più! Noi Piccoli Custodi del creato (insieme a tutte le altre persone, certamente) siamo chiamati a ricordarci di questo, per la nostra salute e per quella della nostra Madre Terra, e di usare le cose, qualsiasi cosa, con attenzione, pensando non solo a noi stessi, ma avendo sempre uno sguardo attento, con due occhi belli spalancati, sulle conseguenze delle nostre azioni, cioè su cosa può succedere dopo che abbiamo fatto una certa azione.

(adattamento dell’articolo di Elena Dondina, presidente Fondazione Muba – Museo dei bambini Milano – www.muba.it).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*