Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Come Marta o come Maria?

Il Vangelo di Marta e Maria di solito viene proposto come brano di Vangelo per riflettere nel tempo della Festa dell’Accoglienza che segna l’inizio dell’anno catechistico. Siamo ancora lontani da questo momento, che normalmente viviamo ad Ottobre, ma dato che questo brano lo leggeremo in chiesa domenica 17 luglio, e che qui tra queste pagine lo trovate commentato per voi piccoli, lasciamo qui un altro piccolo messaggio: il cammino delle due sorelle Marta e Maria ci aiuta a vivere l’amicizia con Gesù più a fondo, perché ci aiuta a capire quale sia la parte migliore nella vita, cioè lo stare con Gesù, ascoltandolo veramente, e che questa parte, come Lui dice, non ci verrà tolta.

Marta e Maria hanno accolto Gesù in casa loro in maniera diversa l’una dall’altra: Maria fermandosi e ascoltandolo; Marta facendo delle cose, servendo Gesù come quando si prepara qualcosa da mangiare o da bere per l’ospite venuto a trovarci. Una reazione non esclude l’altra, e tutte e due insieme completano la via più bella per seguire Gesù (l’ascolto unito alle opere), ma il modo di Maria, in particolare, con quel suo fermarsi ad ascoltare Gesù ha fatto sì che Lui dicesse che tutto parte dall’ascolto.

Questo è il primo passo per stare con l’amico Gesù e nell’accoglienza. Anche noi, come Maria, e anche come Marta, desideriamo accogliere Gesù e gli altri nella nostra vita. Ricordiamo un’ultima cosa importante: Marta e Maria sono donne, e le donne al tempo di Gesù non contavano, purtroppo, e la loro parola non valeva nemmeno come testimonianza in un processo. Pensiamo che Gesù dedica, invece, un’attenzione particolare proprio a chi sembra non contare molto. Come quando è Risorto, quando si mostra prima a delle donne, mandandole poi subito ad annunciare a tutti che Lui è vivo!

E infine, Marta e Maria erano amiche di Gesù, come Lazzaro, il loro fratello malato: l’amicizia con Gesù è più forte e fa superare ogni differenza, perché Gesù non aveva paura di essere visto con delle donne all’epoca o con persone bisognose. Noi riusciamo ad essere amici di Gesù e fra noi? Siamo più come Marta o come Maria? Ascoltando la Sua parola scopriremo che Gesù ci ama per come siamo, che vuole essere nostro amico ed aiutarci nella vita. Se lo ascoltiamo ci regalerà delle perle preziose, invisibili, per la nostra felicità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*